Questo sito utilizza cookie per ottimizzare la tua esperienza online. Accettando di utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso di cookie da parte nostra. Puoi eliminare e bloccare tutti i cookie di questo sito web, ma alcuni elementi del sito potrebbero non funzionare correttamente

Sei qui: Home / Faq

Faq

Certamente, i pavimenti in laminato possono essere montati su qualsiasi tipo di pavimento già esistente, l’unico requisito essenziale per un corretto montaggio è il fondo, che deve essere rigido.

Puoi acquistare i nostri prodotti presso i nostri punti vendita oppure online presso i siti convenzionati, contattaci per riceve subito via mail l’indirizzo del rivenditore più vicino.

I nostri pavimenti in laminato hanno una durata che va dai 10 ai 35 anni

Esistono pavimenti specifichi per garantire un elevata resistenza all’acqua, il migliore di questi è il modello water proof.

Nonostante l’elevato grado di resistenza dei pavimenti laminati, esistono alcune precauzioni per garantire la loro massima durata nel tempo. Una tra queste è senza dubbio prestare attenzioni ai sassi che si possono incastrare nelle suole delle scarpe, causando possibili graffi alla superficie.

In ambienti soggetti a particolare umidità come ambienti bagno o cucine, il pavimento più adatto è il water proof  in quanto pensato e progettato appositamente per resistere all’acqua.

I pavimenti in laminato sono composti per oltre il 90% di legno. Per la restante parte è composto da una carta mellaminica.
Maggiori informazioni sulla composizione la trovi qui: http://www.italflooring.it/pavimento-in-laminato

Il legno è una delle fonti rinnovabili per eccellenza a patto che le foreste vengano gestite in modo responsabile, permettendo agli alberi di ricrescere.
Il pavimento in laminato Italflooring è composto solamente da legno proveniente da foreste certificate FSC e PEFC, che sono i principali enti internazionali che garantiscono la salvaguardia delle foreste, pianificando cicli di taglio e piantagione e ne certificano la provenienza.
Inoltre le emissioni di Co2 durante la produzione sono ridotte al minimo, grazie ad impianti moderni ed efficienti.

La posa è flottante, le doghe vengono incastrate insieme e appoggiate su un sottopavimento fonoassorbente, non necessita di colla.
Si, i pavimenti in laminato sono facili da installare, basta seguire le istruzioni e procurarsi gli attrezzi adeguati.
Guarda i video di posa in opera nella sezione video.
http://www.italflooring.it/video.html

Il sottopavimento è un materassino in polietilene ad alta densità, confezionato in rotoli.
L’uso del sottopavimento è obbligatorio e funge da:
- isolante termico
- isolante acustico
- impedisce all’umidità di risalita di intaccare il pavimento
Ci sono varie tipologie di sottopavimento ognuno con caratteristiche diverse in base alle vostre esigente.

La bisellatura è la lavorazione che viene effettuata sul lato della doga, rifilando i bordi a 45°. Vengono così messe in risalto le singole liste, che divise da piccole fughe, conferiscono il classico effetto bisellato. Le collezioni con questa caratteristica sono contraddistinte dal logo V4.

Basta compilare l’apposita richiesta presente sotto ogni prodotto.
Per informazioni abbiamo il servizio di chat online.

Sì, i pavimenti in laminato possono essere installati tranquillamente anche in presenza di riscaldamento a pavimento ad acqua.

La normativa europea EN 13329 ha disposto di classificare i pavimenti in laminato secondo la classe di resistenza all’abrasione che può andare da AC1 ad AC6, questa è la classe di resistenza all’usura. Le classi AC1/Ac2/Ac3 sono indicate per un uso esclusivamente residenziale, mentre le classi Ac4/Ac5/Ac6 sono indicate ad un uso commerciale.

Nel valutare l’acquisto di un pavimento in laminato bisogna considerare alcuni parametri sia qualitativi, sia estetici.

I parametri qualitativi sono:

 - la classe di utilizzo che va da AC3 ad AC5
 - lo spessore totale della doga (uno spessore maggiore garantisce più stabilità).


I parametri estetici sono:

 - dimensione della doga, che può essere standard 1380x193 mm,
   maxiformato largo 1380x398   mm, oppure di lunghezza extra 1845x188 mm
 - Tipo di finitura: sincronizzata, spazzolata, taglio sega o molte altre.
 - Decorativo: bianco, nero, rovere, noce, merbau ecc…
 - Bisellato o no  

 

Per la pulizia quotidiana basta usare un’aspirapolvere a spazzola morbida o il panno antistatico per eliminare la polvere, mentre per le macchie si usa un panno umido ben strizzato.
Per macchie difficili si consiglia invece di utilizzare prodotti specifici.

Il laminato ha una buona resistenza all’usura, quindi non teme graffi di animali domestici.

Il calcolo viene effettuato aggiungendo ai metri quadri effettivi di posa in opera uno scarto che va dal 5 al 10%.

Certo, grazie al sistema a click è possibile smontare e rimontare le liste sostituendo solo quelle danneggiate.